Torna al catalogo generale

“Roberto Carlotti”

Il Giardino di Sofia

L'apprezzato fisarmonicista milanese, dopo una lunga militanza al fianco di vari gruppi folk e di diversi cantautori, sforna finalmente un album tutto suo. Molti gli ospiti, tutti nomi ben noti del folk nostrano, quali Gabriele Coltri, Vincenzo Caglioti, Stefano Valla e Maurizio Dehò. Interamente frutto di composizioni originali, il disco scivola via delicato in un susseguirsi di melodie ballabili sì, ma destinate prima di tutto a chi intende la musica come un esercizio per le orecchie.

Il giardino di Sofia

Prodotto da Roberto Carlotti
Registrato e mixato da Daniele Caldarini presso lo Studio Barn (Albavilla - Como)

Con la partecipazione di:

  • Vincenzo Caglioti - organetto diatonico
  • Gabriele Coltri - cornamusa e flauto
  • Maurizio Dehò - violino
  • Marco Fusi - clarinetto
  • Massimo Germini - chitarra
  • Elena Ponzoni - violino
  • Gaetano Puzzutiello - contrabbasso
  • Caroline Tallone - ghironda
  • Stefano Valla - piffero
  • Massimo Villa - chitarra e bouzouki

IL DISCO

"Roberto Carlotti si definisce un non professionista della musica. Forse è questo che rende il suo disco non un prodotto da vendere, non un demo, un promo, un domo, un pomo; non è musica settentrionale, non è meridionale; forse sarebbe meglio regalarlo, come si fa con gli amuleti, i cornetti rossi; è meglio donarlo così come si regala un po' di buonsenso, un po' di suoni gioiosi. Insomma non è un tipico stramaledettissimo prodotto etnico popolare dell'industria musical/discografica.
Tutti quelli che fanno questo mestiere da professionisti - con Paliotti in prima fila - hanno qualcosa da imparare da questo disco e da Carlotti.
Grazie Roberto".

Antonello Paliotti

ROBERTO CARLOTTI: CURRICULUM

Musicista attivo nell'ambito della musica popolare, collabora con gruppi di folk, cantautori e si esibisce con proprie composizioni in duo e in trio.

"La cosa principale che posso dire è che sono innamorato della fisarmonica da molti anni e questo è di gran lunga il fatto più importante... Tutto sommato dovrei avere anche una certa pratica perché la prima uscita dal vivo è del 1988".

"Non ho suonato con grossi nomi ma quasi sempre con gruppi più o meno miei (Rebelot, Trip to Ireland) o da solo (musica popolare, irlandese scozzese, ballo folk in genere), ho collaborato per due anni con Claudio Sambiase (cantautore), realizzato tre spettacoli con Giangilberto Monti (Musicalmente Scorretto, Banda bastarda, Banda Bonnot), partecipato alla tournée di Aquadulza con Davide Bernasconi (in arte De Sfroos)".

"Ho accompagnato corsi di fandango, danze occitane, scozzesi, irlandesi, israeliane, italiane, e composto musical per recital di poesia".

"Gli studi che contano li ho fatti per strada nei corsi e nei viaggi in Bretagna, Francia, Spagna Irlanda e Italia, ma quello che m'insegna di più è l'ascolto, la trascrizione e lo studio quotidiano dei pezzi e dei musicisti che mi emozionano o fermarsi a seguire l'errore giusto..."

Roberto Carlotti