Torna al catalogo generale

Copertina

Mireille Ben Ensemble

"Miniatures"

Facendo perno sulle indiscusse qualità vocali di Mireille Ben, il gruppo ripercorre le strade della canzone francofona tradizionale sviluppando composizioni dalla ricca miscela ritmica ed armonica. Un disco che segna una svolta rispetto ai precedenti lavori di questa grande cantante transalpina.

Il disco

Partendo dai dipinti orientali del 1700, l'idea è di proporre al pubblico delle canzoni che raccontano una storia come quelle rappresentate in un quadro. Il narratore non è più lo spettatore che guarda il dipinto, mai il cantante (in questo caso Mireille Ben) che, con delle parole, descrive quello che vede: il testo della canzone. I brani della tradizione francofona vengono trattati con sonorità originali e contemporanee volendo così unire la magia "antica" con atmosfere più moderne, sospese all'interno di un disegno musicale ricco di poesia e di suggestioni.

  1. Le deuil d'amour
    (Trad. Bourbonnais - Barbillat et Touraine)
  2. L'oiseau mis en cage / Par un beau jour / Anniversaire
    (Trad. Morvan - A. Millien / Trad. Nivernais - Barbillat et Touraine / G. Coltri)
  3. Au pays de Lérida
    (Trad.)
  4. Les douze mois de l'année
    (Trad. Anjou)
  5. Le maître de la maison
    (Trad. Alsace)
  6. Mazurka de Lanternaire
    (Trad. Auvergne)
  7. C'est sur le pont de Lyon
    (Trad. Savoie - C. Servettaz)
  8. Le conseil de guerre
    (Trad. Vendée)
  9. Dedans Lullion
    (Trad. Louisiane)
  10. Belle jardinière du roi
    (Trad. Bretagne)
  11. La boulangère
    (Trad. Auvergne)

Mireille Ben

Inizia la sua attività come cantante a "cappella". Nel 1973 è voce solista e tra i fondatori dei "Lyonesse" con cui svolge intensa attività concertistica e organizzativa negli anni '80 e '90, un gruppo che fa conoscere, specialmente in Italia, un vasto repertorio di musiche e canti tradizionali francesi e celtici Nel frattempo, pratica la ricerca del canto e della musica tradizionale direttamente sul campo in Francia, nel Quebec e in Ticino.
Registra diversi dischi e CD. È attiva alla Fonoteca Nazionale Svizzera quale responsabile del settore della musica popolare. Nel 1989 partecipa alla creazione della scuola di musica popolare dell'ACP. Verzasca dove insegna danze popolari francesi. Lo stesso anno, collabora alla formazione del gruppo di animazioni di strada "Bandalpina", orchestra assai richiesta nelle feste di paese in patria e all'estero.
Per tre anni è ospite del gruppo Magam con il quale produce un CD dello spettacolo "Canti e Musiche dell'Arco Alpino". Con diversi musicisti europei partecipa alla creazione degli spettacoli "MusicAlpina" (1995, regia del francese P. Beccu) e "Là-haut sur la montagne" (2000, regia del canadese R. Amyot).
Canta inoltre nel Ben-Scuri Duo, e suona con "La grande orchestra delle Alpi" nel quale rappresenta il Ticino.

Il gruppo

Nel 1998 nasce il gruppo Mireille Ben Ensemble che comprende musicisti di scuole diverse (popolare, classica, jazz) e registra nello stesso anno l'album "Lazúr". Con questa nuova formazione, Mireille Ben ha voluto permettere a dei musicisti di diverse formazioni di incontrarsi. La musica classica, il jazz, la musica etnica s'intrecciano e si completano., ogni musicista conserva il proprio stile, e la musica sostiene e arricchisce i testi. Il gruppo nasce con l'intento di ripercorrere le strade della canzone francofona tradizionale e d'autore con gusto rinnovato ed approccio cameristico, senza perdere di vista, però, la natura quasi "primordiale" dei canti. Calibrato sulle qualità vocali di Mireille, il repertorio si sviluppa da canti "a cappella" fino a composizioni più complesse, dagli interessanti intrecci ritmici ed armonici.

La formazione

Mireille Ben: voce
Oliviero Biella: chitarra
Gabriele Coltri: cornamuse del centro Francia, clarinetto
Claudia Klinzing: violino, sega musicale, voce
Gianbattista Piantoni: batteria
Alfredo Savoldelli: contrabbasso, basso elettrico