Torna al catalogo generale

Laura Conti & Eivadòr

“Nòse Amor”

Un disco sulla tradizione piemontese che nasce come evoluzione del lavoro iniziato nel 2001 con “A l'arbat del sol”, interpretato da Lasura conti al fianco di Ombra Gaja e vincitore del Premio Costantino Nigra 2003. Questa volta la grande interprete, apprezzatissima vocalist di derivazione jazz già al fianco di Paolo Conte e Giorgio Gaslini, si avvale della collaborazione di Eivadòr e di Maurizio Verna, raffinato chitarrista e arrangiatore capace di rivestire in modo molto personale i brani tradizionali.

Il disco

Nòse amor, i nostri amori. E' questo un disco che parla d'amore, dell'amore sacro e di quello profano, dell'amore divino, dell'amore carnale e dell'amore per la terra e per la libertà. Ecco così uniti antichi canti popolari piemontesi legati alla Natività e canti narrativi tradizionali con temi della Resistenza italiana. Come sempre, ciò che desideriamo è che non si perda la memoria.

Eivadòr in piemontese significa acqua d'oro, e questo è l'antico nome del fiume Orco che scorre nelle valli del Canavese. L'insieme strumentale Eivadòr come un fiume forte e prezioso sostiene ed accompagna il canto di Laura Conti. Grazie alla vocalità colta e raffinata di Laura Conti e agli originali arrangiamenti di Maurizio Verna i brani più antichi della tradizione rivivono con sonorità nuove.

I brani

  1. PAPÀ DEMI LA BELA (Trad.) - LA BELLA (M. Verna)
  2. LA BARGERA FEDELA (Trad.) - SUA CURENTA (M. Verna)
  3. SAN JAUSÉ EMÉ MARIO (Trad.)
  4. SENTE, COUMPAIRE ANDREO (Trad. – S. Berardo)
  5. E QUEI BRIGANTI NERI (Trad.) - NON PIANGERE (M. Verna)
  6. IL CATTIVO CUSTODE (Trad.) - TRE SOLDATIN (M. Verna)
  7. LASCIA CAMPI E OFFICINE (Trad.) - STELLINE (M. Verna)
  8. GESÙ BAMBIN L'È NATO (Trad.)
  9. FISCHIA IL VENTO (Trad.)
  10. BELLA CIAO (Trad.)
  11. LA NOELA DE JYAN KAPON (Trad. – L. Fosson) – AL DIAO (M. Verna)
  12. LA GAZETA (Trad. - S. Berardo) - L'ANGEL (M. Verna)

I musicisti

  • Laura Conti - voce
  • Maurizio Verna - chitarra classica 10 corde, chitarra acustica
  • Emanuela Bellis - ghironda
  • Antonello Peretto - contrabbasso
  • Diego Zanetto - percussioni
con:
  • Simone Boglia - flauti (4, 8)
  • Roberto Bongianino - fisarmonica (1, 6, 12)

Laura Conti & Eivador

Laura Conti, cantante di provenienza jazz e attrice, ha lavorato con Giorgio Albertazzi, Paolo Conte, Giorgio Gaslini e tanti altri noti personaggi del mondo dello spettacolo con cui tuttora collabora. Sul finire degli anni Novanta si è avvicinata alla musica tradizionale, occupandosi del repertorio canoro piemontese. Ricordiamo in particolare il bel disco interpretato nel 2001 a fianco del gruppo Ombra Gaja.

Il suo lavoro parte da una ricerca sul territorio, per affrontare anche composizioni originali che mantengono forte il legame con la tradizione piemontese, ed il Canavese in particolare di cui Laura è originaria.

Compagni di viaggio di Laura Conti sono in questa avventura i musicisti del gruppo Eivadòr (acqua d'oro, il nome con cui i Canavesani identificavano il fiume Orco, famoso per l'estrazione di questo metallo). L’ensemble è diretto da Maurizio Verna, virtuoso della chitarra a dieci corde, che qui si occupa anche degli arrangiamenti.

Strumenti etnici come ghironda e organetto sono affiancati da sonorità più classiche - come il clarinetto e il violino - ed originali come la fisarmonica ed il bandoneon; il tutto reso moderno e dinamico grazie al sapiente uso delle percussioni.

Nel 2006 Laura Conti & Eivadòr, forti ormai di una intensa attività concertistica in Italia e all’estero, incidono il loro disco d’esordio, intitolato “Nòse amur” e prodotto dalle Edizioni Musicali FolkClub Ethnosuoni.