Torna al catalogo generale

Enzo Avitabile

"Sacro Sud"

Folkclub EthnoSuoni ha l’onore di annunciare la pubblicazione di “Sacro Sud”, il nuovo album di Enzo Avitabile, grande e famoso sassofonista e cantante soul, avvicinatosi prepotentemente alla cultura etnica mediterranea con una sensibilità straordinaria

In questo nuovo progetto interamente acustico il noto artista partenopeo è affiancato dalle launeddas di Luigi Lai, dalla ghironda di Maurizio Martinotti, dai Cantori del Miserere di Sessa Aurunca e dal Quartetto Polifonico Alphonsiano.

“Sacro Sud”, prodotto e coeditato da Musiche Migranti, accompagna l’omonimo progetto live già portato in scena con grande successo e che sarà riproposto il prossimo autunno-inverno.

Si tratta di un viaggio interiore alla ricerca delle radici della spiritualità, un percorso immaginario da Nazareth a Napoli. Prendendo spunto dalle proprie origini (marianella), Avitabile ripercorre alcuni motivi di S. Alfonso, attualizzandoli nei contesti sociali odierni, per giungere al Calvario ed alla Crocifissione di Cristo, mettendo in risalto i mali ed il dolore delle nostre città, dei tanti Sud e dei popoli sofferenti. Un tema importantissimo e al tempo stesso molto profondo e coinvolgente. Un viaggio nei suoni di ieri e di oggi, con i dialetti, le lingue, i ritmi, le danze, i simboli di appartenenza alle proprie radici, le melodie, le parole, i racconti di vita, le favole ispirate alla lotta per l'esistenza, la fede, le religioni, la magia, le aspirazioni universali.

Enzo Avitabile

Nasce a Napoli nel 1955, inizia lo studio del sassofono all’età di sette anni e fin da bambino suona con varie band nei locali americani di Napoli, successivamente frequenta il conservatorio di S. Pietro a Maiella dove si diploma in flauto, collabora coi maggiori artisti italiani e nel 1982 esce il suo primo lavoro discografico a cui faranno seguito altri nove dischi, di cui otto editi dalla EMI e due dalla CNI, che lo fanno conoscere e apprezzare al grande pubblico.

In questi 20 anni collabora con i più grandi nomi della musica internazionale, tra cui James Brown, Richie Havens, Africa Bamabaataa, Tina Turner, Randy Crawford e Mory Kante.

Nel 2001 inizia a lavorare a un progetto musicale completamente nuovo (Enzo Avitabile & Bottari), dove fonde il suo sound con la tradizione dei Bottari, le cui origini risalgono al 1300; gli strumenti sono botti, tini e falci, usati come percussioni, che scandiscono arcaici ritmi processionali. In questo caso incontra Khaled, Hugh Masekela, Manu di Bango, Amina, Simon Shaheen e I Cantori del Miserere di Sessa Aurunca.

Successivamente con Luigi Lai, Maurizio Martinotti, Cantori del Miserere di Sessa e la Polifonica Alphonsiana da vita al progetto SACRO SUD, che nel 2006 diviene un CD.